Accesso riservato

Benvenuto, effettua il Login
Non sei registrato? Registrati
Registrati per essere sempre aggiornato
Nome utente
Password
Recupera password   Registrati
CONVEGNO 
 

     

I saluti del Presidente ARAL, Cav. Germano Pè, Dott. Dario Bianchi per Foss Italia, Coordinatore, Prof. Martino Cassandro

Comunicato Stampa

ALLEVATORI, DALL’ANALISI DEL LATTE IL FUTURO DEL COMPARTO

Un appuntamento internazionale di altissima levatura, per esplorare le ultime frontiere della sperimentazione nell’ambito della zootecnia da latte: questo il profilo del convegno organizzato ieri da Aral al West Garda di Padenghe, che ha richiamato esperti ed addetti ai lavori da tutta Italia ed anche dall’estero.

“Un fondamentale momento di confronto internazionale sulle innovazioni che la ricerca scientifica mette a disposizione della zootecnia per affrontare le sfide dei mercati del futuro”. Queste le parole con le quali Germano Pè, presidente dell’Associazione Regionale Allevatori Lombardi, ha voluto definire il seminario internazionale “Migliorare la gestione e ridurre i costi degli allevamenti da latte: l’importanza di nuovi strumenti a disposizione di allevatore, consulente e veterinario”, organizzato a Padenghe sul Garda (Bs) nella cornice dell’hotel West Garda. Oltre 200 gli operatori ed addetti ai lavori, provenienti sia dall’Italia che dall’estero (Inghilterra, Polonia, Croazia, Spagna)che non hanno voluto mancare a questo importante momento di aggiornamento professionale, il cui obbiettivo era quello di ribadire il ruolo determinante dell’assistenza tecnica nelle sfide che attendono il settore specie dopo l’abolizione del regime delle quote latte, attesa nel 2015 e considerata una sorta di spartiacque verso un libero mercato pieno di incognite, dove razionalizzazione delle risorse ed innovazione rischiano di diventare elementi fondamentali per mantenere elevata la competitività.

“La zootecnia lombarda da latte rappresenta non solo un comparto leader sul fronte economico, ma anche un sistema produttivo all’avanguardia che nel corso degli ultimi decenni ha raggiunto performance di altissimo livello sul fronte della selezione e della qualità – ha detto ancora Pè-. Per questo Aral è in prima linea nella continua ricerca di  soluzioni sempre più adatte all’azienda da latte del futuro, come le tipologie di analisi particolarmente innovative presentate a Padenghe”.

Gli interventi della mattinata, aperti da Paola Amodeo, specialista Sata, si sono concentrati sull’influenza della Chetosi, dismetabolia ad altissima incidenza con forte ricaduta negativa sulla salute e la produttività della mandria, che è forse oggi la principale patologia metabolica degli allevamenti lombardi, con influenza pari al 30%. Il test per monitorare il rischio Chetosi tramite analisi di BHBA e Acetone ai controlli funazionali, viene effettuato al momento solo da Aral Lombardia oltre che in Canada, dove ha ottenuto risultati illustrati nella sua relazione del dottor Daniel Lefebvre di Valacta. La dottoressa Stefania Colombini dell’Università degli Studi di Milano ha dal canto suo esposto i risultati delle valutazioni statistiche effettuate sui controlli funzionali relativi a circa 70 mila vacche dell’Apa di Milano e Lodi.

Ma di grande rilevanza sotto il profilo economico gestionale sono anche le nuove analisi offerte da Aral sulle caseine presenti nel latte: strumento importantissimo in quanto il pagamento a qualità si sposta sempre più sulla presenza di questo elemento. Su questo stesso fronte, nei suoi prelievi di latte dei controlli funzionali Aral monitora anche gli acidi grassi con l’obbiettivo di selezionare il prodotto verso un sempre maggior contenuto di polinsaturi. I nuovi modelli predittivi nel campo delle analisi lattiero-casearie sono infine stati oggetto delle relazioni dei responsabili di Foss, azienda specializzate nel settore. Nel pomeriggio il convegno è proseguito con un incontro per tecnici di laboratorio sullo stato dell’arte rispetto alle nuove informazioni che si possono ottenere dall’analisi di un campione di latte: ulteriore dimostrazione del profilo all’avanguardia che l’assistenza tecnica fornita da Aral e dal sistema allevatoriale ha assunto nella prima regione italiana per produzione di latte.

 

Ufficio Stampa Aral

Andrizzi.Info- Claudio Andrizzi

claudio@andrizzi.info

 
Scarica il Programma completo
 
 
 
RICERCA NEL PORTALE
Scrivi un termine di ricerca:

Ricerca avanzata »
RICERCA NELLE ANALISI
Scrivi un termine di ricerca:


News visualizza tutti
AIPA di Brescia e Bergamo - Sede Bergamo
AIPA di Brescia e Bergamo - Sede Brescia
APA di Cremona
APA di Mantova
AALO
AALO
APA di Sondrio
Powered by Klan.IT