ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA LOMBARDIA

News

ARAL e la ricerca dei microrganismi mastidogeni con tecniche di genetica molecolare: Cambia il rapporto di prova della qPCR

Alla luce dell’esperienza fino ad oggi maturata nell’utilizzo della qPCR (PCR quantitativa in tempo reale), è stato ritenuto utile modificare le modalità con cui viene riportato l’esito della ricerca dei microrganismi mastidogeni.

Sino ad oggi veniva riportata una valutazione semi-quantitativa tramite uno o più segni “+”: + (DNA in bassa quantità), ++ (DNA in media quantità), +++ (DNA in discreta quantità), ++++ (DNA in elevata quantità). Al crescere del numero dei più corrispondevano maggiori concentrazioni batteriche.

Il nuovo rapporto di prova è stato modificato per permettere una immediata valutazione della presenza/assenza dei microrganismi ricercati e contestualmente una più fine valutazione della quantità di DNA rilevato.

Verrà riportato l’esito sia in termini qualitativi (POSITIVO, DUBBIO, NEGATIVO) che in termini quantitativi, come numero dei cicli in RT-PCR. Diminuendo il numero di cicli aumenta la quantità di DNA dei microrganismi estratto dal campione e pertanto la loro concentrazione.

Questa nuova modalità di presentazione dei risultati consentirà di valutare con maggior attenzione i casi dubbi, in funzione del numero dei cicli in RT-PCR e, in base alla analisi epidemiologica dell’allevamento interessato, sarà compito del tecnico indicare se effettuare un ricampionamento dei soggetti interessati.