ASSOCIAZIONE REGIONALE ALLEVATORI DELLA LOMBARDIA

News

ARAL rafforza l’impegno sulle cellule differenziali

ARAL rilancia e rafforza l’impegno e gli investimenti sulla valorizzazione delle Cellule Differenziali, strumento fortemente innovativo per l’individuazione dello stato infiammatorio della mammella destinato ad offrire non pochi contributi alla lotta contro l’antimicrobico resistenza. L’Associazione Regionale Allevatori della Lombardia è stata la prima in Italia a dotarsi dell’apparecchiatura che consente il conteggio delle cellule differenziali e da tempo offre questa analisi quale servizio agli allevatori che ne fanno richiesta.

Con il conteggio delle cellule differenziali è possibile avere una informazione aggiuntiva rispetto al conteggio delle cellule somatiche, da tempo utilizzato per identificare le vacche con mastite subclinica (quelle con cellule somatiche superiori a 200.000 per ml di latte). Infatti, il conteggio delle cellule differenziali non è altro che la caratterizzazione delle tipologie di cellule che compongono le cellule somatiche (linfociti, neutrofili e macrofagi). Associando il dato delle cellule somatiche e di quelle differenziali potremo definire meglio lo stato sanitario della mammella, identificando con grande precisione ad esempio gli animali sani rispetto a quelli con infiammazione allo stadio iniziale o in fase di cronicizzazione.

Al fine di rendere sempre più utile il conteggio delle cellule differenziali ARAL incrementa il proprio impegno nell’attività di campo, suddivisa fra assistenza tecnica nelle aziende e partecipazione a progetti di ricerca applicata. L’attività è condotta dai tecnici specialisti della qualità del latte e del Laboratorio di ARAL in collaborazione con l’Università di Milano (Prof. Alfonso Zecconi).

L’attività congiunta ARAL e Università di Milano ha portato alla pubblicazione di diversi lavori su riviste internazionali (di seguito riportati per chi fosse interessato alla loro lettura) che hanno consentito di caratterizzare alcuni punti di grande interesse operativo: la definizione dei valori soglia delle cellule differenziali associati ad uno stato infiammatorio della mammella, valori validati dal Gruppo di Lavoro coordinato da AIA (con la partecipazione delle ARA del Veneto e del Friuli e delle Università di Milano, Parma, Padova e Udine) e quindi utilizzati per la reportistica di Si@lleva; l’effetto dell’ordine di parto e dei giorni di lattazione sul valore delle cellule differenziali; il contributo che le cellule differenziali danno alla valutazione qualitativa del latte, con la possibilità di cogliere i primi effetti di una alterata secrezione mammaria.

Al termine di questo periodo tumultuoso di attività di campo le cellule differenziali potranno dare un sostanziale contributo anche alla razionalizzazione dell’asciutta selettiva (argomento al quale è stato dedicato un altro lavoro apparso recentemente su una rivista internazionale), che consentirà di ridurre l’uso di antibiotici in azienda nell’ambito dell’impegno comune (ARAL e allevatori) contro l’antimicrobico resistenza a tutto vantaggio del consumatore.

I tecnici impegnati nell’attività di assistenza tecnica alle aziende posseggono un nuovo strumento che potrà essere sempre più valorizzato proprio dai risultati del loro lavoro.

Per accedere al servizio per le cellule differenziali visitare il sito Web ARAL alla voce SERVIZI – ANALISI DI LABORATORIO.

 

Lavori recentemente apparsi su riviste internazionali a cura del gruppo di lavoro ARAL e Università di Milano (Prof. Alfonso Zecconi) sulla asciutta selettiva e il conteggio delle cellule differenziali

Alfonso Zecconi, Giulia Sesana, Diego Vairani, Micaela Cipolla, Nicoletta Rizzi and Lucio Zanini (2018) Somatic cell count as a decision tool for selective dry cow therapy in Italy, Italian Journal of Animal Science, DOI: 10.1080/1828051X.2018.1532328.

Alfonso Zecconi, Diego Vairani, Micaela Cipolla, Nicoletta Rizzi and Lucio Zanini (2018) Assessment of subclinical mastitis diagnostic accuracy by differential cell count in individual cow milk, Italian Journal of Animal Science, DOI: 10.1080/1828051X.2018.1533391.

Alfonso Zecconi, Francesca dell’Orco, Nicoletta Rizzi, Diego Vairani, Micaela Cipolla, Paolo Pozzi and Lucio Zanini (2020) Cross-sectional study on the prevalence of contagious pathogens in bulk tank milk and their effects on somatic cell counts and milk yield, Italian Journal of Animal Science, 19:1, 66-74, DOI: 10.1080/1828051X.2019.1693282.

Alfonso Zecconi, Francesca Dell’Orco, Diego Vairani, Nicoletta Rizzi, Micaela Cipolla and Lucio Zanini (2020) Differential Somatic Cell Count as a Marker for Changes of Milk Composition in Cows with Very Low Somatic Cell Count. Animals, 10, 604; doi:10.3390/ani10040604.

Giorgia Stocco, Andrea Summer, Claudio Cipolat-Gotet, Lucio Zanini, Diego Vairani, Christos Dadousis and Alfonso Zecconi (2020) Differential Somatic Cell Count as a Novel Indicator of Milk Quality in Dairy Cows. Animals, 10, 753; doi:10.3390/ani10050753.

Alfonso Zecconi, Lucio Zanini, Micaela Cipolla and Bruno Stefanon (2020) Factors Affecting the Patterns of Total Amount and Proportions of Leukocytes in Bovine Milk. Animals, 10, 992; doi:10.3390/ani10060992.